Stucco: come usarlo sulle pareti di casa

Stucco: come usarlo sulle pareti di casa

Una nuova mano di vernice è in grado di rinnovare il look di un vecchio stucco, uniformandosi perfettamente allo stile della casa e conferendole allo stesso tempo un aspetto nuovo e curato.

Per ottenere risultati professionali è fondamentale preparare correttamente e in modo adeguato lo stucco: questa fase potrebbe richiedere del lavoro extra ma è tuttavia fondamentale per raggiungere il miglior risultato.

Lo stucco è una superficie di finitura resistente che può abbellire e decorare qualsiasi superficie interna o esterna. Esso deve essere applicato su una superficie solida e stabile, al fine di scongiurare la formazione di eventuali crepe, l’apertura di fratture o il verificarsi di cedimenti dell’intonaco. Se si applica lo stucco su una superficie di legno, è necessario che prima sia predisposta una rete metallica in grado di contenere lo stucco, mentre se la superficie da trattare è di cemento, lo stucco può essere applicato direttamente, senza operazioni preliminari. E’ in tutti i casi essenziale accertarsi che la superficie sia ben pulita e stabile da un punto di vista strutturale. E’ inoltre possibile considerare l’aggiunta di pigmento per la mano finale, in modo da conferire un pizzico di colore e dare una maggiore “appeal” alla vostra parete.

Lo stucco permette di realizzare una notevole varietà di effetti, creando disegni unici, modelli e texture di qualsiasi tipo. Banali pareti in calcestruzzo, spesso dall’aspetto piuttosto sgradevole e monotono, possono essere completamente trasformate, semplicemente ricorrendo ad una finitura in stucco. A tal fine è necessario procurarsi alcuni strumenti utili e utilizzare materiali specifici, in modo che lo stucco sia resistente e garantisca una finitura durevole. L’aggiunta di stucco alle pareti, donerà senza dubbio un tocco di originalità e personalità alla vostra casa!

Come procedere? Ecco illustrate le fasi necessarie.

Innanzitutto è essenziale pulire le parti sporche, togliere eventuali efflorescenze o tracce di ruggine. Per compiere questo lavoro è consigliabile utilizzare sapone delicato da muratura e iniziare muovendo dalla sommità del muro, per procedere progressivamente verso il basso. Successivamente si renderà necessario sigillare tutte le crepe e le lacune per impedire che l’acqua aggiunta allo stucco possa filtrare. Lo stucco dovrà avere la consistenza di una pasta spessa, capace di mantenere la forma se plasmata tra le mani. Le piccole crepe possono essere facilmente sigillate con regolare calafataggio, mentre per quelle più grandi potrebbe essere necessario un resistente elastomero carteggiabile, da applicare due volte lasciando asciugare accuratamente dopo la stesura di ogni mano.

A questo punto, si può procedere utilizzando la spatola di finitura piatta per distribuire lo stucco in modo uniforme su tutta la superficie. Ultimata questa operazione, sarà necessario rimuovere qualsiasi traccia di stucco danneggiato lavando con acqua e una spazzola metallica. Lasciate asciugare e quindi applicate la prima mano di composto riparatore in modo uniforme. Applicare la seconda mano, mescolando la texture con lo strato di stucco circostante. Questa operazione potrebbe risultare piuttosto difficile, e l’area riparata avrà probabilmente un aspetto leggermente diverso. Lasciate riposare lo stucco per almeno 60 giorni se è nuovo.

E’ inoltre possibile colorare lo stucco aggiungendo il pigmento colorato e mescolando, fino a quando si è soddisfatti del risultato. Iniziate con un po’ di colore e aggiungetene man mano, fino a trovare la tonalità che più vi piace. Lo stucco assorbe perfettamente la vernice e vi offre la libertà di scegliere qualsiasi tipo di colore. Date libero sfogo alla vostra creatività! Selezionate e acquistate la vernice che desiderate applicare, considerando principalmente questi tre importanti fattori: colore ( la vernice, naturalmente, dovrebbe corrispondere al colore desiderato), flessibilità (la vernice dovrebbe essere in grado di adattarsi alle variazioni di temperatura) e resistenza (la vernice deve essere resistente allo sporco e alla muffa).

Come procedere?

Isolate e coprite le aree che non volete dipingere e rivestite il pavimento per proteggerlo da eventuali gocciolamenti e sversamenti. Versate la vernice in un secchio abbastanza grande perché possiate immergervi il rullo. Un rullo di lana di agnello è ideale perché vi permetterà di dipingere le vostre pareti in modo uniforme e, soprattutto, senza schizzi. Utilizzate un pennello specifico per pareti al fine di ultimare il lavoro e definire i dettagli (ad esempio le zone di confine intorno alle finestre e alle porte, che il rullo non era in grado di raggiungere).

Terminate tutte queste procedure avrete completato la decorazione con lo stucco della vostra casa.